Il fiorentino Andrea Boattini sale al 10° posto tra i "caciatori" di comete nel mondo

L'astronomo Fiorentino Andrea Boattini ha scoperto la sua sedicesima cometa salendo al decimo postro tra i 14 caciatori di comete del mondo. Le ultime due comete P2010 U1(Boattini) e C2010 U3(Boattini) sono state scoperte a una distanza di due settimane l'una dell'altra col telescopio di 60" (1,5 M) di diametro dal Monte Lemmon in Arizona.

 Le comete sono state scoperte all'interno del programma  Catalina Sky Survey, dedicato all'osservazione dei NEO ("Near Earth Objects"), dove Andrea Boattini lavora attualmente.

La cometa P2010 U1 (Boattini) è una cometa periodica con mag. 9.5 e appartiene al gruppo di Comete di Giove, attualmente si trova nella costellazione dei Pesci a 4.11 Unità Astronomiche dalla Terra ed a 4.99 dal Sole.

La cometa C2010 U3(Boattini) è una delle comete più distanti scoperte, si trova a 17 Unità Astronomiche della Terra, e attualmente visibile nella costellazione dell'ariete, nella zona di Cielo opposta al Sole.

Andrea Boattini spiega che entrambe comete si manterrano ad almeno 3 Unità Astromiche dalla Terra e continuerano ad essere osservabili solo con CCD.

L'astrofisico Boattini nel 2008 aveva battuto il record italiano, detenuto da gli astronomi Francesco de Vito e Giovanni Battista Donati, che a metà '800 vantavano la scoperta di ben 6 comete.

Un elenco delle comete scoperte di Andrea Boattini e data di scoperta:

 

  Coordinamento delle associazioni astrofile della Toscana.
© 2006 C.A.A.T. Webmaster: Luz Marina Tinjaca' Ramirez

INFO Privacy accessibilitA'