Riunione del CAAT del 4 Luglio 2009 - Osservatorio Astronomico di Tavolaia (PI)

Il sabato 4 luglio 2009 si è svolta la riunione del CAAT presso l'Osservatorio Astronomico di Tavolaia dell'Associazione Isaac Newton. Le associazioni astrofile della Toscana presenti alla riunione (9 e una delega) hanno eletto il nuovo Consiglio Direttivo del CAAT.

Altri argomenti della riunione sono stati i programmi di ricerca del CAAT, il costo della quota associva, il progetto della bandiera stellata, e le prossime riunioni del CAAT.

Ringraziamo agli amici dell'associazione Isaac Newton per la gradita sorpresa che ci hanno riservato, faccendoci assagiare un vino unico, prodotto seguendo un'antica ricetta di Galileo.

Durante la giornata l'associazione ospitante ha inaugurato un telescopio dell'Osservatorio di Tavolaia, di 50 cm autocostruito.

Alla sera cabbiamo potuto asistere alla cena con degustazione Galileiana nelle strade del centro storico di Santa Maria a Monte, offerta dall'associazione Isaac Newton.

l nuovi eletti per il C.D. sono:

Marco Novi -  Coordinatore -- ( Associazione Astronomica "Isaac Newton" - Pisa)

Antonio Mercatali - Segretario (ALSA - Livorno)

Sandro Bagnoli - Tesoriere (Associazione Astronomica "Infinito" - Pisa)

VERBALE DELLA RIUNIONE

Riunione del Coordinamento delle Associazioni Astrofile della Toscana (C.A.A.T.)

Osservatorio Astronomico di Tavolaia

Sabato 4 Luglio 2009

In data odierna presso l’Osservatorio Astronomico di Tavolaia dell’Associazione Astronomica Isaac Newton si è svolta la riunione del Coordinamento delle Associazioni Astrofile della Toscana.

Sono presenti alla riunione le seguenti associazioni: Associazione Isaac Newton (ospitante), A.L.S.A. (1 membro), Associazione Astronomica Infinito di Castelfranco di Sotto (1 membro), Unione Astrofili Senesi (3 membri), Circolo Casolese Astrofili Betelgeuse (1 membro), Gruppo Astrofili Viareggio (1 membro), Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese (2 membri), Osservatorio di Castelmartini (1 membro) Gruppo Ricerche Astronomiche di Monte Agliale (1 membro), e per delega scritta l’U.A.L. di Lucca che ha delegato l’Isaac Newton.

Ordine del giorno

1) Elezione del nuovo C.D. CAAT

2) Programmi di ricerca del CAAT

3) Prossime riunioni del CAAT

Alla riunione sono presenti tutti i membri del C.D. ad eccezione del Coordinatore uscente Paolo Morandi.

Alle ore 17:10 iniziano i lavori dell’assemblea con l’intervento del Tesoriere Marco Novi che dice che l’assemblea è stata convocata per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo del CAAT.

Il Segretario Mercatali provvede all’appello delle associazioni presenti all’assemblea.

Mauro Bachini dell’Associazione Isaac Newton interviene leggendo all’assemblea la lettera di Giovanni Fenili dell’U.A.L., il quale augura un buon lavoro al Coordinamento, essendo stata l’U.A.L. stessa un’associazione fondatrice del CAAT.

Novi distribuisce ai presenti delle fotocopie di un antico testo di Galileo Galilei, che al capitolo 5 racconta dei rapporti che Galileo aveva con l’agricoltura, e di come lui stesso preparava il vino dolce, e recentemente sarebbero stati indivuati i poderi dove Galileo avrebbe preparato questo tipo di vino, e Novi informa l’assemblea che durante la cena che sarà offerta a Santa Maria a Monte sarà possibile degustare questo tipo di vino, unito ad una cena itinerante di tipo galileiano, con stile di fine 1500 ed inizio 1600.

Dopo questo si passa alla fase del rinnovo delle cariche del C.D., e Mercatali interviene dicendo che ci sono state due proposte di candidatura per le cariche del nuovo C.D. e cioè quella di Novi come Coordinatore e di Mercatali come Segretario, e aggiunge inoltre che per la carica di Tesoriere al momento non è pervenuta nessuna candidatura, e Mercatali invita quindi i rappresentanti delle associazioni presenti a farsi avanti con le proprie candidature, ma non solo per quella di Tesoriere rimasta scoperta, ma se c’e ne fossero, anche per quelle di Coordinatore e di Segretario.

Novi interviene dicendo che sarebbe opportuno che qualcuno si candidasse per la carica di Tesoriere, aggiungendo che il Coordinamento sta riprendendo la sua attività, e che quindi sarebbe ideale avere un Consiglio Direttivo al completo, per garantire la piena funzionalità.

Dopo ampia discussione, Sandro Bagnoli dell’Associazione Astronomica Infinito si propone per la carica di Tesoriere.

Non essendoci altre candidature, in base al Paragrafo Terzo – Attribuzioni dell’Assemblea - Art. 11 dello Statuto del CAAT, si passa quindi alla votazione a scrutinio segreto, e dopo la preparazione e la distribuzione di n° 10 schede ai rappresentanti delle associazioni presenti, dopo regolare votazione Mercatali effettua lo spoglio delle schede che ha dato il seguente risultato:

- per la carica di Coordinatore ha ottenuto 10 voti Marco Novi

  • per la carica di Segretario ha ottenuto 10 voti Antonio Mercatali
  • per la carica di Tesoriere ha ottenuto 10 voti Sandro Bagnoli

quindi in base al risultato ottenuto, il nuovo Consiglio Direttivo del CAAT per il biennio 2009-2011 risulta così composto:

  • Coordinatore: Marco Novi dell’Associazione Astronomica Isaac Newton
  • Segretario: Antonio Mercatali dell’Associazione Livornese Scienze Astronomiche
  • Tesoriere: Sandro Bagnoli dell’Associazione Astronomica infinito

Dopo una breve pausa, prende la parola Claudio Ciofi che espone all’assemblea il progetto della Bandiera Stellata, dicendo che in Toscana esiste una legge ben precisa sull’inquinamento luminoso, e precisamente la legge n° 39/2005, che serve contro lo spreco di energia ed anche per poter permettere di osservare meglio il cielo stellato, ma Ciofi aggiunge che questa legge non da delle sanzioni per chi non la rispetta, e allora è nata l’idea di dare un riconoscimento per chi rispetta invece questa legge, e cioè di dare una bandiera stellata, e l’idea sarebbe di assegnarla appunto a quei comuni che rispettano l’attuale legge vigente, con l’installazione di impianti a norma. Altresì sarebbe ideale, a parere di Ciofi, che anche ogni associazione locale potesse controllare lo stato dei vari impianti della propria illuminazione, aggiungendo inoltre che sarebbe opportuno che ogni associazione spedisse una lettera al proprio Comune di appartenza con la quale informa che c’è in corso un monitoraggio sui vari impianti (valore del cut off, numero di punti luce, ecc.). Ciofi conclude dicendo che la bandiera stellata potrebbe portare lo stemma dell’associazione del Comune di appartenenza, unito a quello del CAAT, ed aggiunge che potrebbe essere ideale fare un concorso per le scuole di come disegnare questa bandiera, e scegliere poi quella vincitrice.

Enrico Prosperi interviene dicendo che la proposta di un monitoraggio degli impianti potrebbe essere ideale, questo per crare un controllo sui vari impianti esistenti e segnalare quelli che non rispettano la legge attualmente in vigore.

Novi interviene dicendo che è d’accordo di partire con il progetto di Bandiera Stellata, il quale è un proseguimento del progetto per l’inquinamento luminoso avviato a suo tempo dal Coordinamento, e premiando così quelli che rispettano la legge.

Prende la parola il rappresentante del Comune di Castelfranco di Sotto dicendo che questo progetto è una bella idea, aggiungendo inoltre che è anche ottima l’idea di coinvolgere le scuole per il disegno della bandiera stellata, e ribadisce comunque che il Coordinamento sta prendendo una bella iniziativa.

Ciofi aggiunge che sarebbe ideale anche cercare di coinvolgere l’Università e magari anche l’Osservatorio di Arcetri.

Novi interviene chiedendo all’assemblea se la stessa e d’accordo con la proposta di Ciofi, e non essendoci niente di contrario, Novi incarica Ciofi di preparare un regolamento ed anche la bozza della lettera da spedire poi ai vari comuni.

Sandro Bagnoli chiede se sarebbe fattibile da parte del CAAT di poter inviare una lettera alle varie Provincie e Comuni informandoli di questo concorso.

Novi risponde che è in attesa di notizie dalla commissione preposta per l’inquinamento luminoso, la quale è composta da Ghiandai, Manganelli e Ciofi, e di cui il referente sarà lo stesso Ciofi.

Novi continua facendo un breve accenno sull’attività scientifica delle associazioni appartenenti al Coordinamento, riguardo alla ricerca di supernove, ed aggiunge che dovrebbe partire anche il progetto di analisi delle immagini delle supernove, provenienti dai tre osservatori specializzati in questo campo, e precisamente quello di Santa Maria a Monte dell’Associazione Isaac Newton, quello di Monte Agliale del Gruppo Ricerche Astronomiche e quello di Montarrenti dell’Unione Astrofili Senesi, ma per la mancanza di tempo questo argomento sarà discusso in una prossima riunione del CAAT.

Non essendoci altro da discutere e deliberare, l’assemblea chiude i lavori alle ore 18:50.

Il Segretario C.A.A.T.

Antonio Mercatali

A.L.S.A.

  Coordinamento delle associazioni astrofile della Toscana.
© 2006 C.A.A.T. Webmaster: Luz Marina Tinjaca' Ramirez

INFO Privacy accessibilitA'